L’ Asilo di Viale Mazzini … conosciuto come “L’ asilo delle Suore”

La nostra scuola dell’infanzia vanta una storia centenaria nel territorio vignolese.
Poco dopo la proclamazione del Regno d’Italia, la popolazione era caratterizzata da un tasso di analfabetismo del 75% e da un altissimo tasso di mortalità infantile. Per alleviare tale piaghe, il governo suggerì la costituzione di “Comitati Promotori dell’Associazione degli Asili Rurali” al fine di educare, curare e diffondere i principi igienici tra i bambini delle classi più disagiate.

A Vignola un gruppo di cittadini aderì all’invito e costituì un comitato locale per l’apertura di un Asilo Rurale, che raccolse le risorse necessarie, divise in quote tra i maggiorenti del paese. Il 18 Aprile 1869 si approvò lo Statuto fondamentale dell’Asilo Rurale d’Infanzia. La prima sede fu posta nell’ex-convento dei Padri Cappuccini (dove ora sorge l’x-mercato ortofrutticolo). Il personale dell’Asilo era laico, ma nel sistema educativo fu posto l’accento sull’Educazione Religiosa “con la recita di preghiere, l’istruzione della dottrina cristiana, del Catechismo e della storia sacra”.

Nel 1882 l’Asilo venne intitolato a “Vittorio Emanuele II e Garibaldi” e ricevette cospicui sussidi per onorare la loro morte. Proprio lo stesso anno la società dell”Asilo Rurale di Vignola” fu sciolta e si costituì un’opera Pia. Dal 1927, gradualmente, al personale laico piano piano subentrarono le suore, e fu stipulato un accordo con le Suore Adoratrici del Ss.Sacramento di Rivolta d’Adda, per avere come insegnanti religiose di tale ordine; accordo, peraltro, ancora in essere.

Nel 1929, viste l’inadeguatezza dei vecchi locali, la Cassa di Risparmio di Vignola finanziàò la costruzione di un nuovo stabile, dove l’anno stessp l’Asilo si trasferì e dove ha sede tuttora.

Pur nato da una iniziativa dell’Amministrazione comunale, l’Asilo ebbe da subito un proprio Consiglio di Gestione, che prendeva decisioni in piena autonomia, e fu sempre annoverato fra le Istituzioni di Pubblica Assistenza e Beneficenza (IPAB). Nel 2007 tutti questi Enti sono stati, per legge, sciolti e il nostro Istituto ha cambiato forma giuridica trasformandosi in Fondazione con denominazione “L’Asilo di Vignola”.
Socio fondatore il Comune di Vignola.

Oggi la Fondazione gestisce la scuola, che continua l’attività della disciolta IPAB nel solco della tradizione più che centenaria per la formazione dei bambini di età prescolare, con particolare riguardo all’educazione ai valori di solidarietà sociale, e sostiene l’ispirazione religiosa cristiana e le correlate finalità educative.